La capienza infinita del cuore: incontro con la scrittrice Marina Nunziato

Marina Nunziato 2

Il mio incontro con la scrittrice Marina Nunziato.

Ciao carissima Marina, benvenuta sul mio blog, Liberi libri e non solo: parliamo del tuo incontro con la scrittura, giunto come una sorta di illuminazione lungo il cammino, per te…

Grazie a te e ai tuoi lettori. Sin da piccola per sfuggire a una vita troppo stretta per la mia indole leggevo. I libri, mi facevano sentire libera di varcare i confini che la mia condizione sociale delineava per me. E scrivevo poesie ogni volta che mi sentivo amareggiata o impotente di fronte alle tante ingiustizie a cui assistevo. La morte di mia figlia Laura ha modificato la mia vita e niente da allora è stato più lo stesso e ho scoperto che la scrittura è l’unico filo che mi lega a lei e che mi conduce fuori dall’ordinario. La penna è diventata il mio sesto senso tanto che tutto ciò che scrivo viene categoricamente scritto con una semplice Bic blu, come quella che usavo da bambina. Una penna blu che tra le mie mani diventa una bacchetta magica che illumina la mia vita e quella di chi sa ancora credere alle fiabe.

Il tuo rapporto con la lettura: quali sono i tuoi autori preferiti?

Il mio rapporto con la lettura pertanto è come quello che una innamorata riserva al suo amato. Leggo di tutto, non giudico mai gli scrittori in maniera negativa perché so che a volte basta una sola frase a rendere interessante un libro. I miei autori preferiti sono Charlotte Bronte,Dostoevskij, Pirandello, Kafka, Leopardi e Ungaretti.

Il tuo nuovo romanzo, dal titolo “Nel mio cuore un milione di stelle”  (Falzea Editore) rappresenta un vero e proprio viaggio che tu hai compiuto nella tua storia e nel tempo: com’è nata la sua stesura?

I miei due romanzi sono uniti dall’amore e racchiusi in un unico cuore. Essi parlano di un amore inossidabile, incorruttibile che può nascere solo dal cuore di una madre. Io l, sono madre fin nelle ossa e neppure la morte può vincere sui sentimenti che nascono dal mio cuore.

Con tutto il cuore che mi è rimasto” è il tuo precedente romanzo: il cuore e Laura unisce il primo romanzo al secondo…

Nel mio cassetto ci sono riposti tre romanzi da pubblicare, ma in questo momento sto preparando un progetto che sosterrà i bambini bisognosi.

Come facciamo a seguirti?

Potete seguirmi sulle pagine ‘ Con tutto il cuore che mi è rimasto ‘ e ‘Il salottino di Marina’ . Vi aspetto per scambiare idee e opinioni.

Siamo in chiusura, Marina, grazie di essere stata con noi: lascia un messaggio ai nostri lettori…

Grazie di cuore a tutti!

ILARIA GRASSO

Annunci

Recensione: Nel mio cuore un milione di stelle, di Marina Nunziato

marina-nunziato-2

Nel mio cuore un milione di stelle (Falzea Editore) di Marina Nunziato è un libro davvero speciale, fatto di tante storie in una storia, milioni di storie, dentro una storia sola: la protagonista, il vero filo conduttore, del romanzo/raccolta di racconti, da anima sensibile e da attenta osservatrice, raccoglie i volti e le espressioni in un susseguirsi in vortice di fotogrammi ed ogni personaggio ha dentro sé i suoi sogni, la propria storia, esattamente come i vecchi ospiti di Villa Letizia, oppure come la giovane parrucchiera ucraina, o ancora, la bulimica Alessandra, in conflitto eterno con i suoi che non hanno i mezzi opportuni per comprenderla: sullo sfondo sta un Natale eterno, come espressione dell’unica stagione che l’anima romantica conosce, un Natale fatto di palline e luminarie, tra la neve, le aspettative, il Natale dei figli e delle madri, quindi dei grandi come dei bambini, un Natale che è uguale ad ogni latitudine, perchè fatto dal cuore per il cuore.

E l’altra magia del libro è lo scorrere del tempo dall’indietro e in avanti e viceversa, tra i ricordi custoditi del passato e le aspettative stesse per il futuro dei suoi protagonisti, un coro d’anime.

E il cuore di Marina Nunziato autrice è casa albergo per queste numerose anime, anime che poi lei provvede a imprimere, eternamente, sulla carta, nei suoi libri, e in questo libro, poi, in particolare, messe insieme in un mosaico di visioni che empaticamente finiscono a legarla con ciascuna anima, di chi è descritto dentro al libro e di chi lo legge.

ILARIA GRASSO