SEGNALAZIONE: “IL PANE SOTTO LA NEVE” DI VANESSA NAVICELLI

Libro in 3D_formato leggero

Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform

Categoria: Narrativa storica, saga familiare

Collana: Saga della Serenella

Lingua: italiano

Copertina: flessibile

Formato: 14 x 21.60 cm

Pagine: 254

Prezzo: € 9,99 (Acquistabile solo online, su Amazon)

Prima edizione: 24 Novembre 2017

Versione ebook: € 2,99 su Amazon. Disponibile in tutti i migliori store online

*******

Torniamo all’antico, sarà un progresso!”

Giuseppe Verdi

*******

Romanzo finalista nazionale al Premio Letterario RAI “La Giara” 2012 – Prima Edizione

Il pane sotto la neve è un romanzo di narrativa popolare, ambientato “da qualche parte sulle colline dell’Emilia, al confine con la Lombardia, dove la provincia di Piacenza abbraccia la provincia di Pavia.”

È la saga di una famiglia contadina dai primi del ’900 fino alla primavera del 1945.

Si racconta della prima guerra mondiale, della fatica del lavoro in campagna, delle figlie che crescono e si fidanzano. Dell’arrivo della seconda guerra mondiale, della Resistenza. E dei nipoti: chi parte soldato, chi diventa partigiano.

Un mondo e una felicità fatti di piccole grandi cose. Tra politica e apparizioni della Madonna, canzoni degli alpini e orgoglio partigiano, la musica di Verdi e le passeggiate lungo il Po, innamoramenti inattesi e le gare ciclistiche di Bartali e Coppi, le recite di Natale in parrocchia e un bicchiere di vino all’osteria.

Per ricordare le nostre radici. Chi siamo e quanto ci è costato arrivare fin qua.

Un romanzo sulla famiglia e per tutta la famiglia.

Un romanzo “trasversale”, che si rivolge sia agli adulti che ai ragazzi.


Una di quelle storie che si raccontavano una volta, attorno al fuoco, tutti assieme (bambini

compresi). Qualcosa da condividere.

Il linguaggio è semplice ed essenziale, come lo è la gente di cui si racconta.

Molte cose sono vere. Molte altre sono verosimili.

Ci sono parti drammatiche e parti umoristiche. Come nella vita.

Questo romanzo è il primo della Saga della Serenella.

La serenella (o lillà) è un fiore semplice e profumatissimo. È il mondo contadino, la famiglia, la

primavera dell’anima. È il simbolo di ciò che è buono e vero. Di un mondo pulito e schietto.

Ma tutto questo lo potrete capire, veramente, solo leggendo le storie della gente nata là, sulle

colline al confine tra Emilia e Lombardia, nella terra dove cresce la serenella.

La libertà, per ora, riposa sotto la neve.

Ma arriverà la primavera… e non sarà solo il grano a germogliare.”

N.B. Ogni romanzo della saga è pensato per poter essere autonomo e completo

anche individualmente.

*****

Dove acquistarlo: https://www.amazon.it/dp/1979994218 (Amazon)

Pagina dedicata al romanzo: http://vanessanavicelli.com/pane-neve/

Pagina dedicata alla saga: http://vanessanavicelli.com/saga-serenella/

*****

Autrice

Vanessa Navicelli è nata in provincia di Piacenza, ma da anni vive a Pavia.

È cresciuta coi film neorealisti italiani, con le commedie e i musical americani, coi cartoni animati giapponesi, coi romanzi dell’Ottocento inglese e coi libri di Giovannino Guareschi. (Be’, sì… anche

coi suoi genitori.)

Nel 2012 con il suo romanzo “Il pane sotto la neve” è stata finalista della prima edizione del Premio Letterario “La Giara”, indetto dalla RAI. Scelta come vincitrice per l’Emilia Romagna.

Ha vinto la sezione “Scritture per Ragazzi” dello Scriba Festival di Carlo Lucarelli e vari premi con la Scuola Holden di Alessandro Baricco. Il Premio Cesare Pavese per la poesia e il Premio Giovannino Guareschi per racconti.

Ha una conoscenza discreta di Inglese, Piacentino, Pavese.

Quando passa la banda musicale di paese, si commuove; sia che suoni Bella ciao, o La canzone del Piave, o La bella Gigogin.

Ha un enorme cane bianco e nero, Angelo (70 kg di puro affetto), che le vuol bene nonostante tutti i suoi difetti. Mica poco…

Scrive romanzi per adulti e ragazzi; e storie per bambini.

Quando scrive, cerca di tenere presente quattro cose: la semplicità, l’empatia, l’umorismo, la voglia vera di raccontare una storia.

Crede nella gentilezza. E nell’umorismo. (Forse è umoristico credere nella gentilezza…)

Frank Capra diceva: “Con humour e affetto si favoriscono, a mio avviso, i buoni istinti. Sono un tonico per il mondo intero.” Lo sottoscrive.

È convinta che dal bene nasce il bene. E le piace raccontarlo.

Ha pubblicato due libri per bambini.

Nel 2014 “Un sottomarino in paese” (ebook e cartaceo, italiano e inglese), fiaba illustrata sul tema della pace.

Nel 2016 “Mina e il Guardalacrime” (solo cartaceo), che inaugura la collana delle Fiabe Bonbon.

È cresciuta con persone che, pur cercando di scherzarci su, nella loro giovinezza hanno sperimentato cosa fosse la povertà vera.

È cresciuta in un minuscolo paesino emiliano dove ancora oggi ben pochi anziani sanno cos’è il lillà, ma tutti sanno cos’è la serenella. E lei lo trova stupendo.

*****

Contatti

Sito web: http://www.vanessanavicelli.com

Facebook: http://www.facebook.com/VanessaNavicelliAutrice

Pinterest: http://www.pinterest.com/VaneNavicelli

Instagram: https://www.instagram.com/vanessa_navicelli/

Twitter: http://www.twitter.com/Vane_Navicelli

Youtube: http://www.youtube.com/user/vanessanavicelli/about

Google+: google.com/+VanessaNavicelli

Annunci

SEI VITE, UN UNICO TAXI: “IL TAXI DEI DESTINI INCOMPIUTI” DI ALESSANDRA CAPIO (LUPI EDITORE) – SEGNALAZIONE

TAXI DEI DESTINI INCOMPIUTI

Titolo: Il taxi dei destini incompiuti

Autore: Alessandra Capio

Editore: Lupi editore

Genere: romanzo

Formato: Ebook

Prezzo: euro 4,99

Formato: Cartaceo

Prezzo: euro 15,00

Pagine: 306

LA TRAMA

Un misterioso taxi, in grado di superare le barriere del tempo, attraversa le esistenze di sei personaggi: un chirurgo avviato ad una carriera prestigiosa, una pianista alle prese con la malattia del padre, un sacerdote il fuga da un passato doloroso, un impiegato comunale afflitto dalla passività della propria coscienza, un padre segnato da una perdita terribile ed un ragazzino scappato di casa. L’incontro con il tassista fornirà ad ognuno l’occasione di rielaborare il proprio destino. Su tutti la voce di Mattia, unico personaggio a parlare in prima persona, si leva a celebrare un percorso d’amore lungo quarant’anni per preservarne la memoria dalla malattia.

L’AUTRICE

Alessandra Capio insegna nella scuola dell’Infanzia e Primaria dal 1987. Si è occupata di progetti cinema con un team di colleghi producendo cortometraggi scolastici che hanno vinto prestigiosi premi (Sottodiciotto film festival di Torino, Girocorto Festival di Guidonia, Fano Film Festival). Ha frequentato corsi di sceneggiatura presso la Scuola del Fumetto di Pescara e di scrittura creativa.

Nel 2009 ha vinto il concorso letterario “Il pontile” di Francavilla (Ch) e nel 2017 è stata seconda classificata del premio letterario “Come maestri” indetto da Cepagatti Arte.

UNA NUOVA ANTOLOGIA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: NASCE “PAESAGGI LIBERI” (PUBME EDIZIONI)

paesaggi-liberi

Lo scrittore Pasquale De Falco è l’ideatore e il responsabile del progetto letterario Paesaggi Liberi : contro la violenza sulle donne.

Paesaggi Liberi è un progetto letterario di sensibilizzazione sul tema dell violenza, partire dalle parole per sensibilizzare, perché l’arte può essere anche educativa.

E l’Antologia poetica Paesaggi Liberi in cui sono contenute poesie di vari autori sul tema violenza è nata proprio per questo scopo.

L’antologia, edita da Pubme, è stata presentata ufficialmente l’8 marzo del 2018 e il ricavato dalle vendite andrà in beneficenza e a borse di studio per alunni delle scuole superiori secondarie

Pasquale De Falco racconta che fin da adolescente ha avuto a cuore il problema della violenza sulla donna, un atto che ha sempre ritenuto come uno dei peggiori tra quelli che l’uomo possa compiere. Con il tempo questo problema è diventato una parte molto importante del pensare dell’autore e del suo essere uomo e qualche anno fa ha così deciso di scrivere qualcosa proprio sul tema, di esprimere un proprio pensiero: De Falco aggiunge anche che scrivere di questo argomento è stato molto difficile, dal momento che lui non è una donna, e per questo non capirà mai fino in fondo la violenza, ma la sua sensibilità di scrittore lo ha portato ad immedesimarsi in una donna e a sfiorare così il suo dolore. De Falco conclude che intendeva scrivere qualcosa che raccontasse la violenza, qualcosa di reale e qualcosa che servisse a dare un contributo nella difficile battaglia contro la violenza sulle donne, per questo è nata l’idea di Paesaggi Liberi, un progetto letterario con il contributo di tante persone, un progetto da portare il giro, con la finalità di usare la poesia per sensibilizzare le persone su questo problema.

LINK PER L’ACQUISTO:

https://www.amazon.it/Paesaggi-liberi-contro-violenza-sulle/dp/8871639456/ref=sr_1_5?ie=UTF8&qid=1525157102&sr=8-5&keywords=paesaggi+libri+antologia&dpID=61HprVFt50L&preST=_SY264_BO1,204,203,200_QL40_&dpSrc=srch

SEGNALAZIONE: “GIPSY” (LUPI EDITORE) DI ANDREAS CAVACCINI

Gipsy cover def

È uscito il 18 aprile 2018 per Lupi Editore GIPSY, l’opera prima di Andreas Cavaccini, la cui copertina e la cui prefazione vedono due prestigiose firme: rispettivamente quella di Vauro e quella dello scrittore Marco Proietti Mancini.

* “Gipsy” è un romanzo tratto da una storia vera. Nomi di personaggi e luoghi sono puramente fantasiosi.

Io e Irene ci scambiammo uno sguardo, un cenno d’intesa, dopo di che anche lei annuì.

Tra noi due, quella notte, nacque una strana complicità.

Mi scrivo perché sono solo. Non so chi leggerà quello che scriverò, per questo che scrivo a me stesso.

Probabilmente non lo leggerà nessuno, perché brucerò tutto.

Ora scriverò solo per me, mi fa stare bene.

Sento la solitudine, la vedo qui intorno, là, di fuori: posso uscire e toccarla, farmici il bagno, affogarci dentro se voglio. Ma ne sono già troppo intriso ne ho umide le ossa da tempo ed i dolori che mi provoca talvolta mi impediscono di andare avanti come vorrei.

Ed è così che oggi ho cominciato a scrivere in funzione di non so cosa, per lasciare una traccia di me.

Ma se poi brucerò tutto?”

L’AUTORE:

Andreas Cavaccini

Andreas Cavaccini è nato a Roma il 1966 e collabora con diverse riviste turistiche, italiane e tedesche. Con “Gipsy” è al suo primo romanzo in assoluto.

La sua carriera letteraria si racchiude in diversi scritti di genere poetico e brevi racconti mai pubblicati attraverso i consueti canali editoriali. Nel 1995 ha scritto “Il mistero della tris perduta”, auto stampata in un’unica copia regalata al suo amico Cesare.

Se non fosse successo quello che è successo a suo padre, probabilmente non avrebbe mai scritto su di lui. Non avrebbe, forse, mai scritto nulla.

LINK PER L’ACQUISTO:

EBOOK

CARTACEO

https://www.ibs.it/gipsy-libro-andreas-cavaccini/e/9788899663438?inventoryId=105606807

SEGNALAZIONE: “IL GRANDE BUIO” (LUPI EDITORE) DI ANDREA PALAZZUOLO

Il Grande Buio def

E’ uscito il 18 aprile 2018, per Lupi Editore, il libro (cartaceo e formato ebook) di Andrea Palazzuolo dal titolo IL GRANDE BUIO.

La prefazione è a cura di Ilaria Grasso.

IL GRANDE BUIO racconta la storia di Abraham, che è ancora giovanissimo quando decide di lasciare il Senegal per raggiungere quello che è il posto più bello al mondo, almeno per lui: l’Italia.

Raccolto quel poco che ha, una sera qualunque Abraham parte lasciandosi dietro i suoi familiari, che hanno appena subito una disgrazia tremenda, oltre alla quotidiana disgrazia di una vita fatta di stenti e di un padre-padrone sempre ubriaco e violento.

Quello che è costretto ad affrontare è un viaggio da incubo, una vera e propria Odissea attraverso il deserto e per mare. Malgrado si tratti di un percorso condiviso con tanti altri disperati in cerca di un avvenire migliore, Abraham gode soltanto della compagnia della sua solitudine, una compagna che non lo lascerà mai, no a quando sarà a Marsiglia, Nizza e, naturalmente, in Italia.

Il Grande Buio, opera prima di Andrea Palazzuolo, è l’odissea di un giovane uomo, di un moderno Ulisse che impavido segue l’illusorio canto delle proprie sirene.

ANDREA PALAZZUOLO

L’AUTORE:

Andrea Palazzuolo, nasce nel 1974 in una piccola e oscura città di provincia. Laureatosi in Lingue e letterature Francese e Inglese presso l’Università di Perugia, ha vissuto a Parigi, Amsterdam e Barcellona facendo lavori assai eterogenei fra loro, senza però mai tralasciare le sue più grandi passioni, ovvero la musica, il cinema d’autore e i buoni libri.

LINK PER L’ACQUISTO:

EBOOK:

CARTACEO:

https://www.ibs.it/grande-buio-libro-andrea-palazzuolo/e/9788899663407?inventoryId=105606822

SI INTITOLA “IMPULSE” IL NUOVO ROMANZO DI EMMA FOX – SEGNALAZIONE

IMPULSE

TITOLO : IMPULSE

AUTORE: EMMA FOX

EDITORE: Self

USCITA: 10 Aprile 2018

GENERE: EROTIC/ SUSPENCE

PREZZO LANCIO 0,99

Disponibile solo su Amazon. Disponibile con Kindle Unlimited

LINK ACQUISTO – http://amzn.eu/cfnXluA

Trama

Stavros.
Alcune persone mi chiamano “Demone”, ma tutti mi conoscono come Stavros. Sono ciò che tutti temono.
Tutti tranne Alexia Parisi. Era pura e intatta prima di incontrarmi.
È troppo brava per uno come me, ma questo non mi fermerà dall’averla. L’ho osservata a sua insaputa e il mio interesse si è trasformato in ossessione.
L’ho vinta, un affare tra uomini di potere e lei non sa che ora mi appartiene.
Nessuno potrà impedirmi di prendere il mio premio perché…Lei è mia.

Alexia
“Sei mia.”
Due semplici parole hanno cambiato la mia vita.
Una notte. Completa resa.
Lo sguardo di Stavros irradia potere e comando.
Per una sola notte ho lasciato che mi prendesse e mi dominasse. Gli ho permesso di avermi mentre sussurrava le parole che erano la mia rovina. “mi appartieni”

BLOG AUTORE

https://emmafoxauthor.blogspot.it/

ESTRATTO

Abbasso lo sguardo sulle sue labbra socchiuse quando è talmente vicino da sentire il suo respiro sulla mia pelle.

«Fammi vedere cosa sai fare, Alexia.»

Si spoglia completamente mantenendo lo sguardo su di me. 

La sua perfezione mi spaventa, facendomi sentire inadeguata. Con lo sguardo accarezzo il suo petto scolpito, le spalle imponenti, la bocca carnosa il giusto. Immagino le sue labbra su di me, come un fuoco che brucia ed è in grado di darmi piacere e dolore al tempo stesso. 

«Inginocchiati», ordina severo.

Inclino la testa di lato. «Non lo farò.»

Scuote la testa esasperato. «Volevi giocare, no? Allora fai come cazzo ti dico. Inginocchiati.»

UN AMORE IMPOSSIBILE E STRUGGENTE: “SIGISMONDO E ISOTTA” DI MARIA CRISTINA MASELLI (PIEMME EDIZIONI)

Maselli_Sigismondo e Isotta

«Nei secoli che verranno rimarremo qui ad attendere, chi crede nell’amore e chi non ci crede affatto, invitando i primi a perseverare e convincendo i secondi a ricredersi. Il Tempio Malatestiano racconterà il nostro amore a chi saprà ascoltare

È il 1437 quando per la prima volta Isotta degli Atti posa lo sguardo su Sigismondo Pandolfo Malatesta. Lui, ventenne, è il turbolento e ambizioso signore di Rimini e di Fano, lei, una bambina di soli cinque anni, figlia di un piccolo nobile della zona. Isotta cresce nel mito di Sigismondo e grazie alla carica del padre, consigliere economico del signore di Rimini, ha la possibilità di rivederlo. Dopo sette anni dal primo incontro comincia a nascere in loro un sentimento fortissimo. Ma Sigismondo è sposato con Polissena Sforza, e Isotta è stata cresciuta per essere moglie e non amante. Questo il conflitto che renderà tortuoso il percorso di due anime complementari, lei nella perenne ricerca di conferme, lui disposto a dimostrarle i propri sentimenti attraverso l’arte, la parola e l’idea. Quando, dopo la morte di Polissena Sforza, la ragion di Stato sembra volere una nuova nobile moglie accanto a Sigismondo, anche le ultime certezze dei due innamorati paiono vacillare. Inoltre, la vita e lo stesso ruolo del signore di Rimini sono ostacolati da intrighi, avidità, inganni, legami di sangue e di morte, a cui si aggiunge l’odio dei suoi due più acerrimi e potenti nemici: Federico da Montefeltro e papa Pio II, che usa lo splendore umanista del Tempio Malatestiano per condannare il signore di Rimini. Sarà proprio nel momento più difficile della vita di Sigismondo – abbandonato anche dai più fedeli alleati – che l’amore incondizionato di Isotta si rivelerà salvifico e porterà a cambiare il destino delle loro vite.

MARIA CRISTINA MASELLI Autrice televisiva, inizia a lavorare in Rai nell’edizione 2004 di Domenica in, condotta da Mara Venier. Da allora ha continuato a scrivere per la tv, collaborando fra gli altri con Massimo Giletti, Antonella Clerici, Pippo Baudo, Giancarlo Magalli e Bruno Vespa. Sigismondo e Isotta è il suo primo romanzo.