IN CUCINA COME NELLA VITA E’ L’AMORE CHE CONFERISCE SAPORE A TUTTO: RECENSIONE A “D’AMORE E BACCALA'” DI ALESSIO ROMANO

d'amore e baccalà

Amore, cibo e passione per i viaggi sono gli ingredienti principali del nuovo romanzo di Alessio Romano, dal titolo D’Amore e Baccalà (EDT Edizioni) assieme a quello che è un altro elemento chiave della storia, la saudade portoghese, ovvero la tristezza di essere felici unitamente alla gioia di essere tristi.

Questo è di fatto la saudade, vale a dire il sentimento più bello del mondo.

Alessio, il protagonista del romanzo, si trova a Lisbona per scrivere una guida di locali e ristoranti che si trovano in questa magica città e appena arrivato, dopo una rovinosa caduta dal Tram numero 28, incontra l’amore, nello sguardo seducente quanto inaspettato di una giovane cameriera che risponde al nome di Beatriz.

Alessio e Beatriz, però, si perderanno subito di vista, e tutta la storia sarà  dunque incentrata sul desiderio, da parte di Alessio, di riuscire a ritrovarla, unitamente alla paura folle di averla persa, e persa per sempre, ancora prima di essere riuscito a conquistarla, e il tutto si snoda tra poesia, sapori deliziosi e atmosfere oniriche dove si muovono, discreti e complici, personaggi insoliti quali Fernando Pessoa, Amalia Rodrigues, Pereira e Antonio Tabucchi.

Il vedere questi ultimi intorno a sé quasi in ogni luogo e in ogni momento conferisce al protagonista la forza ed il coraggio necessari per credere nel proprio sogno d’amore, l’amore che è poi quello che conferisce il vero sapore al libro, alla stregua di un ingrediente indispensabile per la buona riuscita di ogni ricetta, sia questa una ricetta di cucina quanto nella stessa vita quotidiana.

E il protagonista Alessio rappresenta in fondo ognuno di noi, perché ciascuno custodisce un sogno vero che confessa agli altri assai difficilmente e ognuno custodisce infatti una Beatriz segreta dentro al cuore, come a proteggerla da ogni male, quanto dalla realtà stessa, con lo scopo di elevarla ad una dimensione celeste e incorruttibile.

In questo suo nuovo romanzo Alessio Romano prende per mano i propri lettori e li conduce assieme a lui in una sorta di viaggio immaginario dove i grandi miti letterari viaggiano unitamente a loro, altrettanto complici e partecipi al loro stesso soffrire, perché non si è mai soli, con un libro in mano, come non si è certamente soli mentre si legge D’Amore e Baccalà.

ILARIA GRASSO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...