Recensione: “Vite da difendere”, di Cristina Origone

Sulla sfondo, Genova, e al centro della storia, una famiglia della media borghesia, una famiglia apparentemente semplice, che nasconde, invece, al suo interno misteri non sondabili e segreti inconfessati e inconfessabili, e una protagonista indiscussa, l’ispettrice di polizia, Elisa Canessa, apparentemente burbera, con una vita privata niente affatto facile.

Sono questi gli ingredienti, sapientemente miscelati, di “Vite da difendere”, il thriller di Cristina Origone, un libro che si legge tutto di un fiato, a causa, non solo della trama avvincente, ma anche dello stile, come sempre fluido ed incisivo, dell’autrice.

Cristina Origone

E’ un viaggio non solo nelle ragioni che abbiano indotto a commettere un delitto atroce, ma è anche e soprattutto un viaggio nell’ambito delle dinamiche relazionali all’interno di una famiglia normale solo all’apparenza, ma con tanti nodi ancora da risolvere, tutti da sciogliere, e il non facile compito, a riguardo, è affidato proprio ad Elisa Canessa, caparbia e decisa ad andare fino in fondo, oltre l’apparenza, oltre ciò che appare comodo, oltre ciò che appare logico solamente ad un occhio che sia troppo superficiale.

E alla fine della storia capiremo chi sono veramente, le vite da difendere.

Uomini, donne, ognuno con il suo spessore psicologico, ciascuno con i suoi dissidi interiori, ognuno con le sue peculiarità, per stare al mondo, con una Genova che osserva attenta, vegliando su ogni cosa.

“Vite da difendere”, di Cristina Origone è una lettura che consiglio, decisamente.

ILARIA GRASSO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...