Althea, romanzo di Stefania Mortini – Recensione

mortini

Althea, il romanzo di Stefania Mortini, è una storia d’amore ma soprattutto è una storia di vita, una vita che noi tutti potremmo, ad un certo punto, trovarci a vivere: un’esistenza fatta di colpi di scena, colpi di scena intesi nel bene quanto nel male, quale può essere, ad esempio, un lutto improvviso, la perdita, appunto, di una persona amata, e, nel bene, quale può essere, invece, un sentimento piovuto dentro al nostro cuore all’improvviso.

Althea si snoda attraverso la vicenda, in primo luogo, della bellissima Irene, ragazza di provincia che ignora completamente le sue potenzialità di giovane donna, avvenente, risoluta e tenace, un personaggio che ci parla, appunto, in prima persona, e alla quale finiamo di sentirci legati praticamente da subito, sin dalle prime pagine del romanzo, Irene, una ragazza fragile e forte, un fiore d’acciaio che torna a fiorire nel cuore di Milano, attraverso un nuovo lavoro e con una nuova esistenza.

Irene è, di fatto, ognuno di noi, ognuno di noi con le sue debolezze ed i suoi punti di forza, un caleidoscopio di sentimenti e di desideri, ma anche di paure e di fragilità.

Althea è anche una storia incentrata sul miracolo dell’amicizia e della condivisione, e non soltanto su quello dell’amore: in Althea si esprime anche la possibilità concreta di riuscire ad amare qualcuno, nella vita, con i suoi chiaroscuri, perchè non esiste un amore che possa dirsi perfetto, così come non esiste un’amicizia che possa dirsi perfetta, per l’appunto.

Althea è la storia d’amore tra Alberto ed Irene, due personaggi apparentemente lontani tra loro, ma, nel concreto, vicini, per sensibilità e per vissuto, come solo leggendo potrete scoprire, e, attorno ad Alberto ed Irene, ruotano una serie di altri personaggi che solo in apparenza possiamo definir secondari, come, ad esempio, la madre, la cognata e la nonna di Irene, come suo fratello,e  come Serena alla gestione dell’Althea e come lo stesso impeccabile Mohamed, fragile anch’egli, nonostante la sua imponenza in fatto di fisico: ognuno di loro è un personaggio che riconosciamo tra quelli che ruotano nelle nostre stesse vite e che popolano le nostre giornate, nel quotidiano: in fondo ognuno di noi ha un “uomo lampadario” che fa parte della sua vita, qualcuno che si mostra vittima, appunto, delle proprie ossessioni, e forse “uomo lampadario” siamo forse anche noi.

Althea è un libro da leggere, per la storia ed il garbo, uniti alla raffinatezza, in cui si snoda la vicenda, pagina dopo pagina, attraverso le assai minuziose descrizioni che ci catapultano letteralmente nell’ambiente lussuoso dell’Althea, locale esclusivo di una Milano da bere (la famosa che ricordiamo dagli Anni 80), ma anche di una Milano restia a perdonare, restia a perdonarci le nostre fragilità umana.

L’Autrice

Stefania Mortini nasce in provincia di Pavia nel 1979 e sin dalla prima elementare si evince che ha un’innata fantasia. Alle scuole medie i genitori vengono ripetutamente chiamati dal professore d’italiano poiché loro figlia non si limita a far temi, ma già li suddivide in capitoli come se fossero tesine, generando decine di pagine, che ovviamente non riescono mai ad esser letti per intero data la lunghezza. Si specializza nell’ambito grafico ma la sua passione sfocia in una miriade di lettere dedicate, distribuite ad amici e parenti e un paio di libri mai pubblicati. Il desiderio di scrivere romanzi esplode una notte, quando alle prese col suo ultimo nato che non vuol dormire, comincia a passare il tempo buttando giù una storia, che ben presto si trasforma nel suo primo romanzo di ben 512 pagine. Stefania è una sognatrice, una visionaria che con i suoi scritti ha deciso di mettere un pezzo del suo cuore sul mercato.

 

ILARIA GRASSO

LINK PER L’ACQUISTO:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...