Storie in Coda di Follie Letterarie: incontro con la scrittrice Simona Friio

Continua il mio straordinario viaggio nell’universo di Storie in Coda, di Follie Letterarie Casa Editrice, fondata da Eleonora Morrea: oggi incontro la scrittrice Simona Friio, per parlare delle sue opere letterarie e dei suoi progetti per il futuro prossimo.

Ciao Simona, ben trovata, grazie per aver accettato questa intervista: parliamo del tuo romanzo, L’Amore ti ha trovato, la storia di Jonathan ed Ester e di continui colpi di scena….

Ciao Ilaria, ti ringrazio moltissimo, è un vero piacere condividerla con te. L’amore ti ha trovato è un romanzo diverso perché parla attraverso il punto di vista dell’Amore, proprio come se fosse un’entità in carne e ossa. Ci racconta la storia tra Ester e Jonathan, così diversi eppure così innamorati l’uno dell’altra da sposarsi in poco tempo contro il volere dei genitori di lei. I colpi di scena cui fai riferimento sono quelli che potrebbero capitare a ognuno di noi, perché la storia di questi due ragazzi è un po’ la storia di tutti. Amore veglia e sprona ma ammonisce e castiga. Ester proverà sulla propria pelle cosa significhi la sofferenza, non tanto quella che subirà Jonathan, quanto quella che infliggerà a se stessa.

Parliamo della scrittura: come ha trovato te?

Sono sempre stata molto amica di matite e pastelli colorati. Ho iniziato scarabocchiando fumetti, consumando risme di carta pur di perfezionare i miei disegni, non a caso il mio indirizzo di studi si è rivolto verso un settore prettamente artistico e mi sono diplomata in Designer della Moda. Ho studiato con passione storia dell’arte e del costume e letteratura, materie che mi hanno aiutato a comprendere cosa desiderassi fare nel tempo libero. Volevo scrivere, scrivere e scrivere. Un’infinità di idee, di storie, di ambientazioni mi frullavano in testa, è così che la scrittura mi ha trovato ed io mi ci sono adattata con piacere. Leggere tanto, inoltre, mi ha aiutato perché è impensabile scrivere se non si legge. Sono dell’idea che noi scriviamo ciò che leggiamo.

Scrivi anche per Storie in coda, di Follie Letterarie Edizioni: grazie a questa applicazione per smartphone possiamo leggere i tuoi racconti ovunque siamo…

La mia collaborazione con Follie Letterarie è determinante per la scrittura. A volte si ha proprio bisogno di cambiare direzione e Storie in coda te lo permette. Mi trovo molto bene con lo staff e sono contenta che l’App vada a gonfie vele! Potete trovare quattro dei miei racconti: La scia di fiori, Mai dire gatto, This is my therapy, Al binario 8 con John Wayne.

Sei anche Cake Designer: come nasce questa tua passione?

Magari lo fossi! In verità è una valvola di sfogo. Amo cucinare, che si tratti di dolci oppure di piatti veri e propri, in cucina mi trovo a mio agio come davanti al pc. Metto la mia creatività ovunque, non sono mai ferma, cucito, decoupage, restauro, ricamo, non so cosa accadrebbe se mi fermassi. Infatti, di recente, ho creato anche un gruppo letterario, Gaskell e altri rimedi, che cresce giorno dopo giorno. È molto importante per me ed è stata l’occasione per conoscere persone straordinarie.

Ricordiamo che L’amore ti ha trovato non è il tuo primo libro: un altro tuo romanzo di successo è infatti Nontiscordardime, il romanzo con il quale hai vinto la prima edizione del concorso letterario indetto da Aiep editore nel 2014…

Un’esperienza bellissima! Sì, vinsi il concorso di narrativa femminile con Nontiscordardime, un romanzo di riscatto e speranza, che mi sta dando grandi soddisfazioni. La storia di Lara e Denny due ragazzi che si portano nel cuore una tragedia, che affrontano ognuno la propria vita avvelenati dai rancori e dalla rabbia, ma che solo il grande segreto di Lara potrà salvare. È un romanzo che parla al cuore, un inno all’Amicizia, quella con la A maiuscola e soprattutto uno spaccato di rapporti familiari.

Il rapporto con il tuo pubblico…

Spero bello! Cerco sempre di fare del mio meglio, di essere una persona serena ma umile, con i piedi ben piantati per terra. Per il momento sento molto affetto intorno a me, forse anche grazie al gruppo Gaskell che, come dicevo, mi ha permesso di conoscere persone splendide e di grande cuore. Vorrei poter arrivare a tutti, i Social sono un ottimo mezzo per farsi conoscere ma è necessario saperli usare con metodo, senza “soffocare” chi ti segue.

Romanzi d’amore, i tuoi, che parlano anche agli uomini, a mio avviso…

Certamente! Basti leggere Nontiscordardime, per esempio, dove la voce narrante di Denny si sovrappone con quella di qualsiasi lettore maschile, perché è facile e immediato identificarsi in lui.

Simona, come facciamo a seguirti?

Facile! Sono su Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e Google.

Il mio sito internet è: http://simonafriio.wix.com/simonabooks

I tuoi progetti letterari per il futuro prossimo…

Entro fine anno uscirà la versione revisionata di un mio romanzo storico ambientato nella Milano del XVII secolo. Inoltre dovrebbe essere pronto un altro romanzo breve per la casa editrice Lettere Animate che spero veda la luce entro quest’anno.

Siamo in chiusura, lascia un messaggio a chi ci legge e a chi ci leggerà…

Gli scrittori non sono niente senza un pubblico che li legge.

A presto e grazie!

ILARIA GRASSO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...